089 481820 - Via Cristoforo Capone, 59 Salerno info@centrolatenda.it

La Tenda per il Territorio

Si è tenuto lo scorso 21 gennaio, attraverso la Piattaforma Google Meet, il primo incontro di Promozione dell’Affido di Prossimità, nato nell’ambito del Progetto “Giovani Campani” della Regione Campania - di cui La Tenda è partner insieme ad altre realtà regionali - finalizzato all’inclusione ed al potenziamento dei servizi di accoglienza e assistenza specifica per minori stranieri non accompagnati.                                                                
L’incontro ha unito il desiderio, nato da una decina di famiglie della città di Salerno, di conoscere e dare un aiuto concreto a minori e giovani in situazioni di fragilità, con gli obiettivi specifici del Progetto “Giovani Campani” di strutturare percorsi di integrazione sociale e lavorativa di minori stranieri non accompagnati ospiti della Comunità alloggio afferenti alla rete de La Tenda.

È stata una vivace occasione per promuovere la responsabilità e la cooperazione sociale, rinnovando lo storico impegno del nostro Centro a costruire una rete di relazioni con il territorio e per promuovere la nuova sfida dell’Affido di Prossima, quale strumento capace di attivare relazioni virtuose che, collocando  il minore al centro, permettano l’arricchimento reciproco

Si tratta di un modo nuovo di coinvolgere le famiglie del territorio nel processo di integrazione dei minori stranieri che vengono accolti, anche solo per poche ore a settimana, all’interno del nucleo familiare. Ma Affido di prossimità non è solo ed esclusivamente accoglienza all’interno della propria famiglia, ma significa mettersi in gioco, aprirsi a una relazione di reciprocità e solidarietà 

La disponibilità della famiglia, infatti, non richiede particolari spazi abitativi o impegni definitivi ed istituzionali, in quanto non si tratta di un affido residenziale: viene richiesto alle famiglie disponibilità  a mettersi in gioco, capacita  affettiva e relazionale che può concretizzarsi in molteplici forme di sostegno, dall’aiuto e sostegno nel percorso di studi, dalla ricerca abitativa e lavorativa, e, perché no, una vicinanza anche nei momenti ludico-ricreativi, potenziando così la rete amicale del minore.

Gli incontri proseguiranno con le famiglie maggiormente interessate all’Affido di prossimità.